guardareavanti.info  

collettivamente Pólemos

MONTAGNE E TOPOLINI

PAGINA DI COMPLETAMENTO IDEOLOGICO E DI DOCUMENTAZIONE POLEMICA INIZIATA SU PAOLODORIGO.IT

(gli inserimenti successivi al 17-11-2006, data inaugurale della sezione, sono indicati con *)

 

INDICE

ALCUNI ELEMENTI SULLE TORTURE TECNOLOGICHE    

MAOISMO 

MONDIALIZZAZIONE E GUERRE POPOLARI  

TRADUZIONI INTERNAZIONALISTE     

CONTRO IL REVISIONISMO SEMPRE

SEZIONE SU AVIANO   SULLA LOTTA ARMATA E L'AUTONOMIA OPERAIA IN ITALIA   

SUB-SEZIONE SU PENTITI, DISSOCIATI, SOLUZIONISTI E COLLABORAZIONISMO POLITICO  

PAGINE DI PAOLO DORIGO    

PRINCIPI    

 

 

 

 

 

 

   

 ALCUNI ELEMENTI SULLE TORTURE TECNOLOGICHE

 Un articolo di Michele Fabiani, per anarchaos, pubblicato anche da AVae-m: La Repressione Tecnologica, Dal caso Dorigo al “Piano per Napoli”, 16-11-2006

SUL LAVAGGIO DEL CERVELLO (da Movimento Popolare Perù sett 2000) 1:è possibile distruggere la mente di un uomo, 2 ma non rimodellare qla mente di un maoista

    I link di Marco Sacchi: la più recente uscita: Metapsichica e scienza sovietica (della serie: non solo CIA) - Leggete di Marco Sacchi, Il Prometeo incatenato edizioni Lavoro Liberato

Intervento di Marco Sacchi sul punto piu' alto della repressione e controrivoluzione imperialista e sul punto piu' alto raggiunto dal proletariato, anche di autocritica sulla sua presentazione nella "lista comunista" dei neorevisionisti dei Carc (24-9-2006)

LA NUOVA RICHIESTA DI BUSH E' ALTAMENTE SOSPETTA DOPO IL CASO DI ABU OMAR E LE DENUNCE CHE FACCIAMO DA ANNI (06-09-2006)

ALCUNE CIFRE - per una analisi di classe dei suicidi, del mobbing, della violenza psicologica   

ANALISI DELLE CAUSE DI MORTE IN ITALIA NEL 2003

 

 

 

 

CONTRO IL REVISIONISMO e le varie forme di neorevisionismo, SEMPRE

Scheda sul Neorevisionismo

Sul patrimonio ideologico del MCI nel XX secolo (2004)

DIFENDERE IL PRESIDENTE GONZALO   ( www.guardareavanti.info  www.solrojo.org www.redsun.org )

Ricordiamo che, dopo Goebbels, che venne sputtanato con la sua falsità e montature da Dimitrov al processo di Lipsia, (fotocopie libro a disposizione chiedendo alla casella postale, introvabile e stampato oltre 50 anni fa, da ristampare senza omissioni da parte di editore corretto che non pensa di imporre inesistenti diritti d'autore al proletariato) il Cointelpro elaborato dalla controrivoluzione americana, le analoghe teorie di McLuhan sul "terrorismo", vengono impartite ai giornalisti in erba e seguite pedissequamente dai media della borghesia (non solo il Foglio e il Giornale e Libero e la Padania, ma anche l'Unità, L'espresso, Panorama, e a volte pure il manifesto, anche se con accenti diversi: i primi, di destra, drammatizzano e esagerano, i secondi sminuiscono).

La demonizzazione poi di Stalin (utilissimi due volumi delle Edizioni lavoro liberato: I falsificatori della Storia -sul patto di Monaco, traduzione di una edizione dal francese prodotta dall'Ufficio Politico del PC(b) dell'URSS- e il libro di documentazione scritto da compagni sovietici dopo il golpe nero di Kruscev), o di altri dirigenti rivoluzionari più o meno contemporanei (e in questo senso significativo il sabotaggio alle nostre pubblicazioni maoiste su Perù e Nepal, e la sparizione di documentazione sulla Kampuchea democratica, che pur possedevo, sabotaggi sia carcerari che qui fuori, perché della guerra popolare bisogna parlarne "tra virgolette" per non far arrabbiare gli infami, e intanto fare la claque alternativa a quella bushista ma sostanzialmente inoperante politicamente, ai nuovi dirigenti "di sinistra" latinoamericani od alle "guerriglie buone") dimostra il terrore ancora oggi diffuso della borghesia per la dittatura proletaria, che oggi certo non sarebbe esageratamente repressiva verso il basso come in certi frangenti lo fu in URSS e come lo è stata certo nei paesi "socialisti" dopo il 1953 e in Cina dopo il settembre 1976. Mentre le condanne postume di comunisti come Tresso, o di intellettuali come Silone, ci appaiono più come tentativi di riprodurre il revisionismo togliattiano, che come autentiche rivisitazioni rivoluzionarie (questo per il Canali, ma anche, nel verso della cautela togliattiana, per lo Spriano). Un buon libro al riguardo su Togliatti è "il piano inclinato" di Solano (vedi consigli di lettura link in Letture e demistificazioni). La pagina Giornalismo, con dei tentativi, e la pagina: i corsivi di Stefano

In questo senso i nostri sforzi di documentazione ai proletari ed ai comunisti, anche nel riportare la storia del COLPO DI STATO REVISIONISTA IN CINA, difesa dei compagni-e della "Banda dei quattro" .

      MOVIMENTO DI OGGI ancora molto immaturo (vedi la assise del settembre del 2007 a Roma) sia a causa della presuntuosità individualistica delle acquisizioni culturali nel campo piccolo borghese ancora presente fortemente in Italia, soprattutto con il movimento dei cosiddetti "noglobal", sia a causa degli arretramenti del pentitismo lottarmatista e del dissociativismo setteaprilino-piellino, della soluzione politica delle star del TG1 nel 1987, nonché acausa della logica della ritirata strategica, errore colossale visto che già era stato dai compagni BR compiuto l'errore di cassare la linea di massa, in cui si inserì la politica criminale dei magistrati emergenziali nell'annientamento dei prigionieri politici e nel "contrasto" per sbattere in galera i loro amici e familiari (i 36 "magistrati antiterrorismo" e il loro documento programmatico del 1984 [anticipatorio dell'inchiesta Mastelloni del 1985] per tutti- -da inserire-), e l'"impegno" craxiano contro il "terrorismo" (mentre rubavano a piene mani fino a Lima con il metrò, e irridevano alla donna schiavizzata nei magazzini del porto di Venezia, ora smembrato e divenuto casba del microsfruttamento in appalto, prova della tanto da loro agognata strategia delle privatizzazioni, fenomeni che indebolivano il proletariato ed arricchivano al borghesia nera).

    La risposta di SLAI COBAS Taranto a "Operai contro"

 

 

 

 

MONDIALIZZAZIONE E GUERRE POPOLARI

Intervento di Paolo Dorigo alla conferenza del MPP a Parigi il 10 marzo 2007

QUANDO DICI LA MONDIALIZZAZIONE: CREDONO QUESTI INTELLETTUALOIDI (da Movimento Popolare Perù sett.2000)

SULLA PIATTAFORMA 19 GIUGNO 1999: IL PIU' ALTO ESEMPIO DI LAVORO SOLIDALE POLITICO TRA PRIGIONIERI RIVOLUZIONARI NEL CONTINENTE EUROPEO (1999-2002) DOPO LA FASE DEL CONFRONTO POLITICO E DELLA SOLIDARIETA' DELLO SCIOPERO DELLA FAME CONTRO IL NUOVO FASCISMO EUROPEO TRA MILITANTI GRAPO (SPAGNA) E RAF (GERMANIA) 1989-1990 *

A PROPOSITO DI SOLIDARIETA' ALLA GUERRA POPOLARE DEL NEPAL (e menzione di Montagne e topolini) - vai a www.prolcom.org (6-11-2006)  

10-10-2006 CHI TACE ACCONSENTE O FINGE DI NON SAPERE ? ADESSO NON E' PIU' POSSIBILE. APPREZZIAMO LO SPIRITO DI INIZIATIVA DEL COMPAGNO SACCHI DI - 10-10-2006 UN POST ASSAI PERICOLOSO PER LA CONTRORIVOLUZIONE E PER CHI FINGE ALL'INTERNO DEL M.R. - W IL MARXISMO LENINISMO MAOISMO PRINCIPALMENTE MAOISMO - W IL P.C.DEL PERU' LINEA ROSSA NEL MOVIMENTO DEL PROLETARIATO MONDIALE

Sulla Cina di oggi vedasi anche gli articoli sulle rivolte contadine (oramai centinaia di migliaia di anni: il "progresso" dei porci dirigenti revisionisti anti-maoisti, speculari totalmente agli imperialisti yankee ed europei, cui vendono i "propri" schiavi, a dimostrazione di cosa vuole la borghesia, di quale sia la sua "democrazia" anti-socialista, anche il capitolo 8 (prima parte) del documento del 2004.

11-10-2006 - EUSKADI - Un testo TRE VITTORIE DOPO LA TREGUA DI ETA scritto da Inaki Gil de San Vicente tradotto dal francese da SOLIDALI CON IL POPOLO BASCO IN LOTTA (ricevuto dai Carc)

A proposito del passaggio della classe operaia dei paesi imperialisti e non solo dei paesi del sud del mondo, alla prospettiva della guerra popolare (anche di nuova democrazia nella costruzione del socialismo, in un paese imperialista e semi-feudale come il nostro, ultimo tra i paesi capitalisti, terra di saccheggio millenario, e primo forse del 'terzo mondo', ma nemmeno è sicuro, visto che in materia di libertà di stampa siamo 50° nel mondo, e che i paesi OCSE-OCDE sono meno di 40): stralci dal documento del 2004 e Sui falsi gruppi combattenti (scritto del novembre 2005 prendendo spunto in particolare dalla deriva di NTA ed altre formazioni - ove per esserlo la qualificazione della pratica costante ed incessante, frutto di autentico conflitto di classe e di autentici passaggi organizzativi rivoluzionari nella classe e per la classe, è condizione sine qua non) ins.30-11-2006 *

PERU': LA RIVOLUZIONE PROLETARIA MONDIALE HA ANCORA IL SUO FARO, MA A MOLTI CIO' NON PIACE. SOCIAL-SCIOVINISMO OD OPPORTUNISMO ? Il fine, di ogni canea revisionista, è sempre impoverire le masse, togliergli miti e speranze. Fanno così sempre, appena muore uno che gli dava fastidio, o quando non se ne ricordano più in molti. Accade così per Stalin, per le foibe, per la guerra partigiana, per la giustizia avuta (sempre troppo tardi) da Mussolini e da Gentile, per la rivoluzione francese, per la Grande Rivoluzione Culturale Proletaria (1966-1976, l'evento più importante dopo la Rivoluzione d'ottobre del 1917).  Accade per i prigionieri peruviani (300, più altri 50 e altri 100 in altre due occasioni) del PCP, massacrati dal regime genocida, divenuti desaparecidos storici per chi parla sempre del sequestro dell'ambasciata giapponese a Lima, così come accade per i prigionieri del EPR messicano a fronte dei tifosi europei del Chiapas "liberato" ma sotto custodia cautelare, e accade ovviamente per i compagni-e della "Banda dei 4", utile definizione agli imperialisti per far dimenticare i nostri ritornelli e slogan dei '70 (come Lama, Carniti, Benvenuto, il proletariato non si è venduto, o Agnelli Pirelli Andreotti Colombo non più parole ma pioggia di piombo). Le pagine in memoria storica ed altre raccolte tematiche,  19 GIUGNO 2006 (20 ANNI DOPO): documento del S.R.P., L'Intervista al Presidente Gonzalo del 1988: pdf in zip (da Rossoperaio n.11, 1990), e settembre 2006 documento MPP per il 40°ANNIVERSARIO DELLA GRANDE RIVOLUZIONE CULTURALE PROLETARIA ( Espanol English ) vanno in questa direzione. Link a pagina traduzioni MPP e altra documentazione sulla guerra popolare in Perù e sulla difesa della vita del Presidente Gonzalo.

TURCHIA: QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO: La documentazione internazionalista del legame forte con le masse da parte dei partiti del MRI si verifica anche nelle fotografie dei funerali dei 17 compagni-e "intercettati" e fatti a pezzi dai macellai nazisti dell'esercito turco, appartenenti al MKP Turco, caduti il 16 giugno 2005 nella documentazione di proletari comunisti ma anche nei passaggi politici ideologici strategici del passaggio dal marxismo-leninismo al marxismo-leninismo-maoismo, come in Turchia-Kurdistan (congresso di fondazione MKP, 2002, pdf in zip). Al riguardo della stima espressa dal MKP nel suo congresso di fondazione verso il PCR-USA di Bob Avakian, segnalo questo documento del MPP che invece sostiene, secondo me a ragione, la linea rossa nel MRI incarnata dal PCP, nel documento Presidente Gonzalo significa Guerra Popolare Dicembre 2004 (pdf in zip)

LA CRITICA A CHI "LOTTA" PER DIRITTI UMANI SOLO DOVE GLI COMODA, RADICALI IN PRIMIS: IL CASO TURCHIA-KURDISTAN

 

 

 

maoismo

Libretto Rosso della nuova Rivoluzione Proletaria italiana - Lettura commentata del Libretto rosso delle citazioni del Presidente Mao Tse-Tung (1a parte)  lavoro in corso d'opera di Paolo.  Le 3 autocritiche - 1995, 2001, 2004 - Paolo Dorigo.

La pubblicazione delle Opere di Mao Tse-Tung in 25 volumi in Italia (1990-1995) fu un'opera collettiva ed ora è anche in rete, integrale, in pdf, senza le cronologie redazionali dell'editore di allora, viste le promesse non mantenute - Mao Tse-Tung sul metodo dialettico (1957). Mao Tse-Tung sul "liberalismo" (1935); scambiato spesso per "Libertà" anche da proletari coscienti ma ignoranti, cosa frequente in Italia, vista l'"educazione" duplice oppressione cattolica e togliattiana, e precedentemente cattolica e fascista, del proletariato nel nostro paese negli ultimi 80 anni.  Un contributo poi del compagno Sacchi, sui principi filosofici del maoismo. Nella pagina Contributi alla rivoluzione anche il documento del XIX Congresso PCUS (l'ultimo con Stalin presente) con il diritto-dovere di CRITICA anche del singolo militante nel Partito. E la autocritica di Stalin nel XVIII Congresso sulle gravi esagerazioni nelle "purghe" del 1934-1938 è nella pagina Letture e demistificazioni.  Mentre nelle opere di Mao Tse-Tung si troveranno il primo documento collettivo del PCC sul 70% buono - 30 % cattivo della condotta di Stalin, e la conferma maoista di questa tesi sia nello specifico sia nel duplice abbattimento, anche questo collettivo e dimostrazione che il PCC di allora era rivoluzionario, contro il fondatore del secondo revisionismo in campo comunista, togliatti.  Il Movimento Popolare Perù in due documenti, uno su L'interno è decisivo (2000, pdf in zip) e uno sul pensiero gonzalo (2005, pdf in zip), contribuisce sulla stessa linea di fuoco contro il revisionismo. Anche il Partito Comunista delle Filippine qui ricorda il contributo del maoismo e può essere importante riportarlo anche qui come link, dato che non appartiene al M.R.I. (come invece i maoisti peruviani e nepalesi) ma ha posizioni molto interessanti in materia.

PER UN NUOVO MOVIMENTO DI AVVOCATI DEMOCRATICI PER IL FRONTE DEMOCRATICO RIVOLUZIONARIO DEL PROLETARIATO E DELLE MASSE POPOLARI (SEMPRE NEL SEGNO DEL DISCORSO CHE LA RIVOLUZIONE PROLETARIA NEL CENTRO IMPERIALISTA DOPO DECENNI DI ABBAGLIO REVISIONISTA DELL'URSS 1953-1993, E' PIOMBATA DIETRO, PER IMPORTANZA, E PER RETROCESSIONE STORICA IN OCCIDENTE, ALLA RIVOLUZIONE PROLETARIA NEL SUD DEL MONDO) pdf in zip

DIMOSTRAZIONE DELLA MAGGIORANZA DEL PROLETARIATO MONDIALE, NEL SUD DEL MONDO (data base di Paolo Dorigo ANALISI MONDO-1 realizzato in carcere nel 2004 su dati 1997-2001). Cui si aggiunga il dato recentemente pubblicato da Mike Davis, per cui oggi 3.200.000.000 di persone vivono in città o megalopoli, e la popolazione occidentale è un terzo di questa !!! Su questa tesi e sulla tesi dell'Italia di oggi imperialista e semi-feudale vedasi i capitoli 8 (2a parte, Del proletariato mondiale) e 12 del documento del 2004. E vedere anche Gramsci (alcuni passaggi in pagina Letture e demistificazioni, su cui vorrei pubblicare il carteggio di studio 1989-1995 tra me e la compagna Alberta Biliato, appena avrò lo spazio per stampare).

MAO A SHANGAI (da per il Potere Operaio, 1976)

Opportunismo del MIM-USA (1996)

Lo scioglimento della IIIa Internazionale (Internazionale Comunista, 1921-1943). La 4a non è la "4a" ma il nucleo costitutivo della nuova Internazionale Comunista è il M.R.I.

UN LIBRO CHE STAMPEREMO APPENA POSSIBILE NELLE EDIZIONI LAVORO LIBERATO E' CAYETANO CARPIO - LE NOSTRE MONTAGNE SONO LE MASSE, CHE TRA L'ALTRO DEMISTIFICA L'EQUAZIONE BORGHESE E CATTO-INQUISITORIA DEL SUICIDIO COME AMMISSIONE DI COLPA. COSA PERALTRO SMENTITA DA MOLTI CASI: Paul Lafargue e Laura Marx, Majakowskij, ed altri casi (molti di compagni nelle carceri italiane).  Indice del libro tradotto. Copertina dell'edizione in lingua spagnola. ins. 17-12-2006

 

 SULLA LOTTA ARMATA E L'AUTONOMIA OPERAIA IN ITALIA

INEDITO: UN ARTICOLO SULLA PARABOLA DELLA COLONNA WALTER ALASIA DALLA LINEA DI MASSA COMBATTENTE OPERAIA ALL'ECONOMICISMO (testo carcerario del 2004)

1985, 18 agosto, Lettera aperta sulle affermazioni di Autonomia padovana circa lo sciopero della fame di Paolo Zabeo e Paolo Emilio N, due compagni della solidarietà ai proletari prigionieri, e in generale sulla solidarietà e sul metodo per non danneggiare le lotte e le scelte dei prigionieri in carcere

2006,4 dicembre, Lettera aperta alla rivista anarchica Germinal -che rispetto- circa una infelice e calunniosa frase nei miei confronti (distanza dalle BR) di cui vorrei conoscere la fonte esatta e il motivo (non ce l'ho con l'articolista o con chi ha pubblicato) circa un articolo, riletto ben benino dopo 2 anni, uscito nel n.95 del 2004 http://www.paolodorigo.it/2004_GerminalOCalunnie.htm

1986_02_Volantone per il nostro ritorno alla Gran Guardia, con l'assenza di quasi tutta l'autonomia padovana, di noi imputati scarcerati in decorrenza termini, sull'inchiesta "mastelloni" (dalla pagina Scritti, nell'indice il punto 6)

SEQUESTRO ED UCCISIONE DELl'ING.TALIERCIO direttore del Petrolchimico di Marghera considerato responsabile tra l'altro della perdita di migliaia di posti di lavoro: LA POSIZIONE POLITICAMENTE CONTRARIA ALL'UCCISIONE, DEL 2-7-1981, DEL COMITATO DEI LAVORATORI DEL PETROLCHIMICO, posizione contraria da me considerata corretta ma esageratamente marcante la separazione tra lotta di massa ed iniziativa d'avanguardia delle OCC, dayo che all'epoca ritenevo le BR più intelligenti di quanto non si siano poi dimostrate a Marghera uccidendo questo dirigente anziché pubblicare per esteso i verbali del loro processo e rilasciarlo. Nel merito anche alcuni brani dell'intervento del Comitato dei lavoratori del Petrolchimico (tenuto da Paolo Dorigo) al Convegno sulla repressione di Milano alla palazzina Liberty per il Comitato Operaio del Petrolchimico, organismo militante che fu guida della lotta di massa scatenata contro la cassa integrazione dal Comitato dei Lavoratori in cassa integrazione, intervento in cui ci si esprimeva con solidarietà verso le BR dato che quel sequestro, prima di tradursi in morte dell'ostaggio e repressione statale e criminalizzazione del lavoro politico in fabbrica, si dialettizzò alle lotte e fu ingestibile per chi la lotta operaia non la vuole, e la classe operaia la vuole schiavizzata, a sputar sangue e miseria per divina ispirazione. Tanto più che la lotta a Marghera quell'anno, con l'apice del giugno 1981, fu la più alta espressione dell'autonomia operaia in Italia dopo il 1977. (dalla pagina Scritti, nell'indice il punto 6) *

LA SENTENZA 15-12-2004 SULLA INCHIESTA CASSON CONTRO I DIRIGENTI DEL PETROLCHIMICO. CHE LI MANDA ASSOLTI PER LE CENTINAIA DI MORTI DA CVM.  TALIERCIO NON ERA IMPUTATO IN QUANTO DECEDUTO. Nota bene alcuni movimenti intesero subito finalizzata a creare provocazione su questa sentenza la bomba al Tribunale di Venezia dell'agosto 2001 in cui rimasero feriti 3 carabinieri e rischiarono la vita alcuni passanti, firmata non autenticamente "NTA", sigla che successivamente una indagine pilotata dalle procure di Venezia, Pordenone e Verona, ricondusse ad una sola persona (? servizi ?). *critichiamo il Cub Veneziano che ha dato un giudizio positivo tanto da mettere il proprio simbolo sopra la sentenza della magistratura borghese, per il suo giudizio positivo. La positività è assai dubbia, di una sentenza della borghesia, che comunque condanna la Montedison e che storicamente non era così innovativa dato che sul CVM sin da "Lavoro zero" testata registrata in tribunale nel 1973-1974, e "Controlavoro" (dal 1976, ove lavorai sino al 1978 quando non aderirono ai passaggi politici dell'autonomia nei CPV) a Venezia, dato che la cosa era denunciata da anni ed anni, appunto. Anzi, darle della positività dà "ruolo", falso e contrario a quello, di dittatura di classe borghese che ha come si dimostra in milioni di casi giudiziari. Assecondarne l'importanza per sostenere un cambiamento della magistratura è fare del tradimento di classe. Se migliora o meno, non è affar nostro, se "migliora" o meno dovrebbe dipendere dalla nostra forza, non dalla (v)ostra mediocrità.  IL FILE, TOLTO DA MANI INFAMI TRA IL 17 NOVEMBRE E IL 30 NOVEMBRE c.a., VIENE RIMESSO OGGI 30 in versione critica e pdf e zip e html

CONOSCERE E STUDIARE PER CONTRIBUIRE, ELABORARE LA CRITICA SULLA CONOSCENZA E SULL'ESPERIENZA E NON SUL FIDEISMO: I PRINCIPI DI BASE OSSIA CHE HANNO PORTATO ALLA REALIZZAZIONE DEL CONTRIBUTO PER UNA STORIA DOCUMENTALE DELLE BRIGATE ROSSE (1971-1994), pdf 9,5 Mb - è già pronta la seconda edizione (1971-2007), uscita per le edizioni Lavoro Liberato.

ALCUNI DISTINGUO (2005) *

REVISIONISMO STORICO NELLA SINISTRA E NELLA MANIERA DI PORRE I PROBLEMI 2 esempi (2006) *

PROGETTANO IL VENTENNIO LUNGO: QUANDO L'IPOTESI E' COSI' BRUTTA DA NON ACCORGERSI CHE E' GIA' UNA REALTA' (2006) *

IL FILO ROSSO DEL MOVIMENTO COMUNISTA  grafico  il progresso del comunismo è come progresso di movimento (Marx: il comunismo è il movimento reale che trasforma e supera lo stato di cose presente; non il comunismo come "stato", quello, potrà essere solo socialista e via via, mondiale, a quel punto sarà comunismo, che al punto più alto, sarà privo di alcuno stato, per dirla con Mao Tse-Tung)

ANTI-REATI ASSOCIATIVI: Le inchieste "Mastelloni" a Venezia, regno della moderna inquisizione vaticano-benemerita-imperialista

    cronaca della violenza proletaria parziale e sempre incompleta mai quanto gratuita e colpevole è la violenza della borghesia http://www.paolodorigo.it/CronacaDellaViolenzaProletaria.htm  (novembre 2006)- con commento critico, recuperato ai sabotaggi

 

SUB-SEZIONE SU PENTITI, DISSOCIATI, SOLUZIONISTI E COLLABORAZIONISMO POLITICO

LA MONTATURA DELLA RIVISTA REIHE TEXTE AD OPERA DEL SISMI E DEI SERVIZI SEGRETI TEDESCHI FEDERALI DEL 1990-2000 CONTRO I PRIGIONIERI RIVOLUZIONARI EUROPEI E PER UNA INFLUENZA OCCULTA E IMPERIALISTA DELL'IMPERIALISMO SULLA GUERRIGLIA (pdf) *

UNA PAGINA DI STORIACCE DA NON DIMENTICARE (PENTITI E COLLABORATORI DAGLI ANNI 70) primo ins.27-12-2009

UNA DEMISTIFICAZIONE PER UN CONTRO-segio DA STAMPARE (Perché PRIMA LINEA E' SEMPRE STATA UN GRUPPO FALSAMENTE MOVIMENTISTA E STRUTTURALMENTE REVISIONISTA ANTI-MAOISTA): P.L.QUANDO I DISSOCIATI FANNO I GALLETTI (15-5-2005)  *

1984_03_Intervento del Coordinamento Veneto-Friuli contro la repressione, di denuncia della discriminante "anti-combattentista" avanzata in sede di assemblea interregionale alla gran guardia di Padova, nel campo dell'unita' nella solidarieta' ai prigionieri rivoluzionari, contro tortura ed articolo 90, marzo 1984: http://www.paolodorigo.org/1984_03_31_CRVFCR_AssembleaPD_eIniziative.gif    Articolo resosi necessario da questa "discriminante", pubblicato sul Bollettino del coordinamento nazionale dei comitati contro la repressione, n.12, 1984, che fu denuncia politica di una delazione di chi già fiancheggiava la dissociazione di negri donat-cattin e segio, e che servì poi alla montatura detta ganzer-mastelloni, contro il Bollettino, il CVFCR ed il Centro di Documentazione M-L di Marghera, dato che in assemblea gli organizzatori ("centro di comunicazione comunista veneto") non esclusero i carabinieri dei ros di ganzer (gif) Fu infatti in seguito a questa assemblea che il ros dei cc di Padova emise il primo rapporto 31-3-1984 di questa montatura che costò galera a 56 compagni nell'arco di 4 anni e mezzo (1985-1989) - pdf di documentazione sull'attività del CVFCR   1982-1984   (dalla pagina Scritti, nell'indice il punto 6)

1983_Guardare avanti !, n.0, il primo numero, di denuncia della politica della resa e della dissociazione   (dalla pagina Scritti, nell'indice il punto 6)

PROCESSO TALIERCIO: LA SENTENZA (luglio 1985) NELLA CRONACA LOCALE (paginone)

PROCESSO TALIERCIO: LA "COLONNA INFAME" (quella che produsse il partito della dissociazione e dei pentiti inflitrati nella sinistra veneta e veneziana e in alcuni casi poi inseritisi nell'organico della "banda maniero").  LO SCHEMA DEI "pentiti" PERDONATI CON L'ARTICOLO 1 DELLA LEGGE COSSIGA (LA STESSA DEL 270 bis)Nota del 30-11-2006 in allestimento la pubblicazione dell'elenco degli imputati con specificazione della posizione processuale, e dei capi di imputazione e della condanna di primo e 2° grado nel processo Taliercio, sulla base della requisitoria del GI Mastelloni, un cui documento di sintesi documentativa è riemerso dalla memoria di classe a demolire l'utilità misteriosa di sparizioni contemporanee della sentenza di 1° grado.  *   Sentenza che si è potuta recuperare solo nel maggio 2007, (a parte pagina 671 sull'aggressione di Figueras a Moretti nel 1981), e che è stata diffusa nelle parti di interesse sul caso di Fabiana Chiarin reintrodottasi nel movimento a Mestre ed altre località venete a partire dalla fine del 1999, nel movimento.

SEQUESTRO ED UCCISIONE DI ROBERTO PECI: LA POSIZIONE POLITICAMENTE CONTRARIA ALL'UCCISIONE, DEL 12-7-1981, DEL COMITATO DEI LAVORATORI DEL PETROLCHIMICO, posizione contraria da me considerata corretta. (in allestimento)

IL DOCUMENTO ACCUSATORIO CONTRO I COLLETTIVI POLITICI VENEZIANI PER IL POTERE OPERAIO, scritto nel 1980 dai signori Stefano Boato, Gianfranco Bettin, Giorgio Sarto, Giorgio Cecchetti e Roberto Battain (che non ci risulta essere stato parente di Emanuele Battain). Un documento politicamente ignobile. (in allestimento) *

Sulla parabola politica di Curcio e di altri come lui giugno 2006 (da completare, persi gli appunti per un opuscolo, è un lavoro da riprendere, visto il ruolo del mister in giro per le sedi di movimento antagonista filo-negriano in Italia) (giugno 2006)

CONTRO LA SOLUZIONE POLITICA: IL PRIMO INTERVENTO DEI MILITANTI BR-PCC CONTRO CURCIO-MORETTI-BALZERANI e soci (giugno 1987) da il Bollettino n.28. Altri interventi vennero pubblicati nel Bollettino n.29/30 e n.31. *

UNA LETTERA CRITICA AGLI AUTORI DEL "PROGETTO MEMORIA", NOVEMBRE 1998 - Ricostruzione pubblicazione e spiegazione - 01 dicembre 2006

CONTRO LA SOLUZIONE POLITICA: UN INTERVENTO DAL CARCERE DI PAOLO DORIGO (TRENTO OTTOBRE 1987) da il Bollettino n.31. *

CONTRO LA SOLUZIONE POLITICA: IL PRIMO INTERVENTO DI MILITANTI COMUNISTI CONDANNATI PER BR-PCC, OPERA GIUGNO 1997, DIFFUSO ALL'ALFA DI ARESE PER LA GIORNATA DELL'EROISMO DAI COMPAGNI MAOISTI, CONTRO LA NUOVA MANOVRA DI "SOLUZIONE POLITICA", QUELLA DELLA RIMOZIONE STORICA DEL CONFLITTO ANTI-FASCISTA, TESTO DIFFUSO ALCUNI MESI PRIMA DI UN ALTRO DOCUMENTO DI PRIGIONIERI BR-PCC (LATINA-TRANI-e uno di NOVARA) CONTRO LA SOLUZIONE POLITICA da il Bollettino n.59 *

 

 

 

 PAGINE DI PAOLO DORIGO

LA NOSTRA CONCEZIONE DELLA GALERA (ottobre 2006)  

CRITICA ED AUTOCRITICA DI UN NEO-INTERNAUTA (ottobre 2006)

Di Pietro duce ? No grazie, di Paolo Dorigo, 14-11-2006

Critica ad un'idea borghese sulla fine dell'Autonomia organizzata e sulla sua concezione politica (ottobre 2006)

Memoria di Paolo sul compagno Emanuele Battain (pdf) (htm)

Lotte anti-LOD (esperienze significative per quanto non inusuali in Italia, in campo politico di un compagno italiano maoista)

28-9-2006 recuperata grazie ad un motore di ricerca non italiano, la lista elettronica dei firmatari dell'appello per il mio sciopero della fame del 2004 (lista che avevo gia' su stampa da parte di mio padre) Oggi queste persone in minima parte hanno sottoscritto l'appello di Russo Spena. Calcolando quelli che non leggono il manifesto, gli altri-e ?

PERCHE' il manifesto NON RISCHIA NULLA ACCANTO ALLA NOSTRA BATTAGLIA E OGNI TANTO SMETTE DI INVIARCI IL GIORNALE ? (10 settembre 2006)   da inserire nella pagina Scritti e in una nuova pagina Nemici della storia rivoluzionaria

Come elemento di polemica con il presente obbrobrio in campo prettamente culturale, il rapporto con un Artista che mi riconosceva suo collega, e Compagno insieme, Armando Pizzinato, lo documento in un cd a disposizione degli interessati (ARMANDO PIZZINATO LA VITA LE OPERE) realizzato con un compagno prigioniero palestinese ma detenuto per reati comuni, nel 1998-1999 a Opera, all'interno di un progetto distrutto dal DAP subito dopo la montatura carceraria delle "evasioni pilotate" del dicembre 1998 che servì a portare la DIA al governo del DAP stesso complice Diliberto, e lo scritto breve biografia di Armando Pizzinato, sul suo lavoro che lui lesse ed apprezzò, il suo rifiuto di lui partigiano autentico non omologato né migliorista di merda, della guerra NATO sulla Jugoslavia, il ricordo del suo ruolo di stampatore clandestino de l'Unità durante la guerra come contributo alla resistenza che pagò col carcere liberato il 25 aprile, e nonché la pagina Confronti tra le sue ed altrui opere per tema, dal cd stesso ricavata. E la pagina delle Poesie, tra le altre cose recuperabili al punto 5 dell'indice di questo sito. Ricordiamo che lui tifò per il manifesto nel 1968, ma che non apparteneva al manifesto.    A proposito della politica carceraria italiana di "premiare" coloro che fanno cose importanti e utili, (il cd fu presentato nell'ambito della celebrazione del Comune di Venezia per l'80° di Armando, nell'ottobre 2000, e citato nero su bianco con dovizia di suoi commenti nel relativo catalogo a stampa numerato), ricordo anche che venne in carcere a trovarmi nel 1994 a Padova, e che solo l'ottusa concezione torturatoria di certe direzioni carcerarie come Opera nel 1999 oppose il rifiuto a presentare il cd sulla sua vita, nascondendo addirittura al DAP il ns. lavoro con un falso in atto pubblico denunciato nel 2001 (direttore Mellace nel 2000 al DAP su indicazioni di una "psicologa"), e pubblicizzando invece a protezione dei loro maneggi contro gli scioperi che si stavano preparando in un complesso penale all'epoca di 1200 detenuti-e in 30 diverse sezioni, il libro del vile fascista valanzasca, con giornalisti del corriere al seguito dei direttori Fragomeni e Mellace, appunto, per un pubblico occulto al resto del carcere, di detenuti esclusi dalle attività comuni per i loro reati.

Mio padre saluto mio e dei compagni e demistificazione delle celebrazioni svoltesi con il cappello indesiderato di un sindaco borghese - vai a http://www.wladimirodorigo.eu  dove troverai alcune cose interessanti ed alcune evidenze di limiti del pensiero - pratica di uno studioso non di regime ma non coerente alla rivoluzione proletaria bensì ad una concezione onesta ma non completamente di rottura, presa dentro la gabbia della legalità.

 Interventi di PAOLO DORIGO  IN INDY 

LA POLITICA ITALIANA IN DUE PAROLE (23-6-2006) grafico

* Dal Vangelo secondo Albatros (1° parte) ins.21-3-2008

    ORE DI SONNO alcyuni esempi

     ORE DI "LAVORO FORZATO" RUBATE ED IMPOSTE VIRTUALMENTE 1996-2006  per la procedura penale e civile dei danni subiti, inviata all'avv.Trupiano

      su indy c'è qualcuno che contesta il nostro diritto di comunicare su indy ai lettori di indy che non sono sbirri come costoro; attualmente abbiamo poco boresso per farlo, ma non credano con i loro commenti di merda di averci cancellato. si guardino in giro, magari qualcuno sa chi sono.

  Disinformazione e censura sono due facce della stessa medaglia anche in casi meno importanti come il mio in questo miserrimo paesucolo di meno dell'1% della popolazione mondiale e certo poco ricco di materie prime che non siano lo sfacelo e l'inquinamento, censura e disinformazione portate con orgoglio smisurato dagli Andreotti e dai Togliatti di sempre, legalitari e complottistamente armati, ma non della concezione leninista della linea di massa del Partito nel sistema dei Consigli (Soviet), bensì unicamente del Partito nelle masse, divenuto poi Partito di massa, contro la concezione del Partito=Masse organizzate, perché pretende sempre di imporre una linea al movimento reale, all'autonomia della classe, la quale solo attraverso la rivoluzione, le rivoluzioni culturali continue, prima e dopo la presa del potere, può imporsi.  In questo senso anche i veri moventi dei torturatori, certamente (presto un articolo di Marco Sacchi in materia) politicamente afferenti al dominio borghese nella sinistra; A COLORO CHE CI FAN PERDERE TEMPO CON LA TORTURA DELLA LORO INDESIDERATA PRESENZA PSICO-FISICA va in questa direzione.

La pagina CONTROlaDISINFORMAZIONE MEDIATICA (contiene numerosi link a pagine in materia CALUNNIEIDE, PROVOCAZIONI SCONFITTE, ecc., spunti di un libro pronto che nessun editore vuole pubblicare e che pubblicherò con altri 10 circa, appena trovato un capannone per le nuove edizioni  Lavoro Liberato, nel giro di un anno) e la pagina DEMISTIFICAZIONI DI MISTIFICAZIONI CONTRORIVOLUZIONARIE DEL PASSATO E DEL PRESENTE SULLA STESSA LINEA ANALITICA E RIVOLUZIONARIA, MA NEL CONTESTO DI UNO SCONTRO BEN PIU' SIGNIFICATIVO DEL "conflitto classe/Stato italiano"

    Scritti nel 2007 a partire dal 12 febbraio (compreso volantone SRP Venezia del 19 giugno 2007)    L'Elzeviro del giorno (fine 2006-aprile 2007)

 

 

 

 

 

   SUL LAVORO POLITICO DI TRADUZIONI INTERNAZIONALISTE FATTO DA PAOLO E COLLETTIVAMENTE CON ALTRE-I COMPAGNE-I IN DETENZIONE    

1° edizione italiana de Aproximacion a la historia del PCE, (testo del PCEr, gli allegati e parti mancanti, pubblicate nella 2° edizione, sono linkabili in www.paolodorigo.it/CONTRIBUZIONIALLARIVOLUZIONE.htm ), 1996

Lettera di ringraziamento per il lavoro nel carcere di Opera, 4-9-1997, DHKC

Speciale il Bollettino dell’ASP sul Kurdistan-Turchia, 1997; Speciale il Bollettino dell’ASP sulla Palestina, 1997; Rossoperaio, 1998 (traduzioni sulla guerra popolare in Perù); Lettere di Giuseppe Maj sulla intenzione di dare alle stampe le traduzioni, 1998; Dibattito politico con la redazione di Resistencia (PCE(r)), 1997-1998; Dibattito politico con il compagno libanese della P19G, Georges Ibrahim Abdallah; Dibattito politico con i compagni belgi della P19G, Pierre e Bertrand (CCC); Dibattito politico con i compagni francesi della P19G, J.M.Rouillan e Joelle Aubron (AD); Dibattito sul lavoro delle traduzioni e sul cd sull'internazionalismo delle compagne di Opera (1996-2000); Rossoperaio n.20, ottobre 2003; Messaggio di saluti del PCR(co) del Canada, 23-1-2006; Campagna WRPM Europa sul Nepal, gennaio 2006 (Proletari comunisti);

 

 

 

 

 

   SEZIONE SU AVIANO DI COLLETTIVAMENTE POLEMOS    

clicca qui per leggere il VOLANTINO DI RIVENDICAZIONE DELL'AZIONE DI AVIANO A FIRMA PER LA COSTRUZIONE DEL  PCC-BRIGATE ROSSE, del 2-9-1993, fatto avere ai media il 14-9-1993 e pubblicato integralmente oltre che negli atti di Aviano, in Controinformazione internazionale n.11 del 1993 - azione avvenuta nel centenario della nascita di Mao Tse-Tung. Unico volntino BR storicamente con una citazione di Mao Tse-Tung in testa. 

BIGNAMI - FARANDA - AZZOLINI: CHI SONO I VERI BARBONI ?  A proposito delle infamie dei dissociati subito dopo gli arresti di Aviano (Stampa 31-10-1993) *

Un anno intenso di battaglia politica dei maoisti italiani, che vedrà anche entro il dicembre 2007 alle stampe la versione con i documenti ed apparato critico, il Contributo per una storia documentale delle Br, prodotto in prima edizione dal Bollettino ASP nel 1996 (pdf) (zip) di Paolo Dorigo (un testo che dette fastidio anche a posizioni opportuniste in seno al corpo dei prigionieri rivoluzionari) reinserito in questa pagina da cui era misteriosamente scomparso il 19-12-2006

UNA PRECISAZIONE SUL sito "www.brigaterosse.org" (fine 2005) CHE NON RAPPRESENTA LE BR MA QUELLO CHE CERTUNI FUORI DALLE BR INTENDONO. IN OGNI FASE, LE BR SONO STATE "RAPPRESENTATE" UNICAMENTE DALL'ORGANIZZAZIONE IN ATTIVITA' e in maniere diverse e anche contradittorie dai prigionieri della loro organizzazione. Successivamente a questa nota, hanno tolto la loro "sintesi" sulla operazione di Aviano, anziché correggerla. (documentazione e cronaca in pagina Documenti e Rassegna stampa, vedere nell'indice al punto 2). Non mi risulta l'organizzazione BR abbia attualmente un sito. In Francia so che esiste un sito abbastanza corretto rispetto alle posizioni dei gruppi guerriglieri: APA.  Giammai i militanti in attività delle BR hanno dato riconoscimento a riviste e rivistine.  Solo all'epoca degli anni '70 alcuni compagni vicini all'organizzazione furono perseguitati per aver dato alle stampe CONTROINFORMAZIONE (1971-1983) ma l'esperienza NON si ripeté mai.   Sulle BR ci hanno fatto i soldi giornalisti, scrittori, autori di cd ... il Contributo di cui sopra, produsse un introito di 1.500 copie x 5.000 lire = 7 milioni e mezzo che dedotte le spese di 6 milioli, dettero all'ASP la possibilità di contribuire alla sopravvivenza in carcere di alcuni compagni (1996-1997); io non chiesi una lira, anche perché all'epoca avevo l'aiuto di mia madre e inoltre avevo anche potuto incassare una cifra della riparazione nel processo al Bollettino, ma non avrei comunque chiesto nulla: la diffusione delle idee e del lavoro, è la miglior soddisfazione per un rivoluzionario. *                     

 

 

 

 

 

 

 

 

PRINCIPI

che dovrebbero essere seguiti da IMMEMORI O STOLTI O MOCCIOSI O CARIATIDI O  FURBINI

CHE NON VOGLIONO STAR DALLA PARTE GIUSTA PREVIA AUTOCRITICA


by "uno che si informa meglio di uno che si è bene inforNato"

1. LA VERITA' E' RIVOLUZIONARIA ED INFINITAMENTE CONOSCIBILE PER LE MASSE
 2. I  FINI  NON GIUSTIFICANO I MEZZI, LA VIOLENZA SOLO SE NECESSARIA, MA CON STILE 
3. LA  RIVOLUZIONE  NON  E' UN PRANZO DI GALA, MA NEMMENO PROPRIETA' DEI "CAPI"
4. NON CALUNNIARE, NON PARLARE ALLE SPALLE, NON VENDERE BUFALE AGLI IGNARI
5. NON UMILIARE E VIOLENTARE , NON RUBARE AL POPOLO, NON IMPORGLI GABELLE
6. NON TRADIRE IL PROLETARIATO, INNANZITUTTO NON PARTECIPARE ALLO STATO BORGHESE
7.  DIFENDERE E SOLIDARIZZARE, NON SCAVARE SOLCHI PERSONALI E BORGHESI
8. CONDIVIDERE E COLLETTIVIZZARE IL PIU' POSSIBILE FUORI DAI PARTITI FALSI
9. VIVERE D'AMORE PER LA CLASSE PROLETARIA, AMARE SINCERAMENTE
        PER COMBATTERE FINO ALLA VITTORIA FINALE, DISPREZZARE I FALSI COMUNISTI
10. LENIN DICEVA CHE LA MUSICA E' L'OPPIO DEI GIOVANI, NON ECCEDERE,
        MEGLIO UN BUON
LIBRO
CHE UN CATTIVO CONCERTO
11. ATTENERSI AL PRINCIPIO DELL'AFFRONTARE LE CONTRADDIZZIONI
        IN SENO AL POPOLO IN MANIERA E CON METODI DIVERSI DA COME AFFRONTIAMO
        LE CONTRADDIZIONI TRA NOI E IL NEMICO
12. ATTENERSI ALLA VERITA' EMPIRICA E MATERIALISTICAMENTE FONDATA
       COMBATTERE IL FIDEISMO, IL TEOLOGISMO, IL MISTICISMO PICCOLO-BORGHESE
13. LAVORARE, STUDIARE, LAVORARE PERCHè è DAL LAVORO CHE NASCE OGNI COSA
       E NON ESISTE STUDIO SENZA LAVORO, MA RISPETTARE L'INTANGIBILITA' DELLA
       PSICHE E DELLA MENTE, DEGLI AFFETTI E DELLA DIGNITA' DI CIASCUNO